Pubblicato il 20 aprile 2016

Governo, Mattarella al M5S: “Maggioranza legittima, nessun motivo per intervenire”

Botta e risposta tra il capo dello Stato e i Cinquestelle sulla “nuova” maggioranza del governo. “Il mio parametro di comportamento è la Costituzione. Se ravvisassi motivi per intervenire secondo la Costituzione, lo farei, ma on li ho ravvisati”

Governo, Mattarella al M5S: "Maggioranza legittima, nessun motivo per intervenire"

Secondo il Movimento 5 Stelle “alla maggioranza di governo si è aggiunto un gruppo che non ne faceva parte” e pertanto hanno incontrato al Colle il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per intervenire. “Il mio parametro di comportamento – ha spiegato il capo dello Stato – è la Costituzione. Se ravvisassi motivi per intervenire secondo la Costituzione, lo farei. Non li ho ravvisati”. A chiarire meglio la posizione del presidente una nota ufficiale del Colle dove si tiene a sottolineare che “le parole del presidente Mattarella ai Cinquestelle riguardo alla maggioranza di governo sono state le seguenti: «Voi mi dite che alla maggioranza di governo si è aggiunto un gruppo che non ne faceva parte. Il mio parametro di comportamento è la Costituzione. Se ravvisassi motivi per intervenire secondo la Costituzione, lo farei. Non li ho ravvisati»”.

Governo, maggioranza legittima: la posizione del M5S
Dopo la precisazione di Mattarella arriva la risposta dei rappresentanti pentastellati: “Ribadiamo che il capo dello Stato ha detto che, relativamente alla composizione della maggioranza di governo, interverrà ‘solo nei casi previsti dalla Costituzione’, ovvero quando il gruppo Ala diventerà maggioranza sostitutiva e non più aggiuntiva”. “Per noi resta comunque grave che il governo goda dell’appoggio dell’impresentabile Denis Verdini, anche perché si tratta di un sostegno continuo e in alcuni casi decisivo per le sorti dello stesso esecutivo”.

Governo, maggioranza legittima: la risposta sul blog
I presidenti dei gruppi parlamentari del Movimento 5 stelle del Senato e della Camera, Nunzia Catalfo e Michele Dell’Orco hanno poi scritto sul blog beppegrillo.it: “Con il presidente abbiamo anche parlato della lotta alla corruzione, convenendo tutti che si tratta di una delle priorità del Paese. Così come prioritari sono un piano per l’energia e lo sblocco delle infrastrutture nel Meridione d’Italia: in questi ambiti abbiamo apprezzato il fatto che per il capo dello Stato il lavoro del Movimento 5 Stelle nelle camere risulta molto utile”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle migliori news del giorno? Clicca su mi piace:

Leggi anche:

Aggiungi un Commento

You must be Logged in to post comment.