Pubblicato il 28 aprile 2016

Guardia Costiera, allerta urgente per la sicurezza in mare: richiamo per difetto trasmettitore

La Guardia Costiera lancia un’allerta urgente per la sicurezza in mare: richiamo per un difetto del trasmettitore di localizzazione d’emergenza Kannad SafeLink EPIRB

Guardia Costiera, allerta urgente per la sicurezza in mare: richiamo per difetto trasmettitore

Il Ministero dei Trasporti e la Guardia Costiera, hanno lanciato un’allerta diramando una circolare per portare a conoscenza che il fabbricante Orolia Ltd, Silver Point, Airport Service Rd, Portsmouth, P03 5PB, United Kingdom ha emanato un “Safety Alert” per informare che è in atto la procedura di richiamo degli strumenti “Emergency position indicating radio beacor1″ (EPIRB) Marca: KANNAD Marine Safelink Epirbs Tipo EPlRB SAFELINK Manual + GPS e EPIRB SAFELINK Auto GPS, in quanto, in determinate condizioni ambientali, potrebbero risultare non funzionanti. La Guardia Costiera raccomanda vivamente che se si possiede o si utilizza un modello automatico o manuale SAFELINK EPIRB, NON si potrà usare a bordo dell’imbarcazione per segnalare istantaneamente ed in qualsiasi parte del pianeta, la posizione di navi, aerei e persone in situazioni di grave emergenza. Per tale ragione la Kannad Marine ha emesso una campagna di richiamo mondiale dell’EPIRB SAFELINK. Infatti navi, yacht e aerei, durante la navigazione si possono trovare in una situazione di pericolo, in caso di incidente, se dotati di un trasmettitore di emergenza (radiofaro) installato a bordo, permette alle Unità di ricerca e salvataggio la localizzazione attraverso il sistema di satelliti Cospas-Sarsat.

Il segnalatore di emergenza, conosciuto anche come EPIRB, è un dispositivo progettato e realizzato per funzionare in condizioni atmosferiche estremi e in immersione, una volta attivato emette il segnale di soccorso all’istante ed in qualsiasi parte del globo fornendo la posizione di navi, aerei e persone in situazione di grave pericolo. Le Unità SAR ricevono l’allarme via radio, telefono satellitare o Cospas-Sarsat, prontamente intervengono mettendo in campo uomini con mezzi navali, aeromobili e terrestri per affrontare e coordinare la ricerca e il soccorso per il recupero delle vittime in minor tempo possibile. Il trasmettitore di emergenza si interfaccia con il sistema satellitare Cospas-Sarsat per le operazioni di ricerca e salvataggio SAR, trasmette un segnale digitale sulla frequenza di emergenza di 406 MHz, intercettato dalla rete di satelliti in orbita viene ritrasmesso a terra presso i Centri di Coordinamento Soccorso.

Alla luce di questa allerta mondiale Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, data l’importanza di questi strumenti per l’immediata localizzazione dei natanti e delle navi che si trovano in situazione di pericolo, invita i possessori a inserire il numero seriale dell’Epirb verificabile sul sito http://www.safelinkepirbsupport.co.uk/ per controllare se la campagna interessa il trasmettitore in uso sul natante.

Vuoi rimanere aggiornato sulle migliori news del giorno? Clicca su mi piace:

Leggi anche:

Aggiungi un Commento

You must be Logged in to post comment.