Pubblicato il 15 settembre 2014

Isis, nuova decapitazione: ucciso il britannico David Haines

Isis, nuova decapitazione: ucciso il britannico David Haines

Isis, nuova decapitazione: ucciso il britannico David Haines

Un nuovo orrore arriva dall’Isis. Questa volta a rimetterci la vita è l’operatore umanitario britannico, David Haines, rapito in Siria nel marzo del 2013. Il video della decapitazione si intitola “Un messaggio agli alleati dell’America”, dura esattamente due minuti e 27 secondi ed è simile ai precedenti video diffusi dall’Isis. La famiglia di Haines aveva provato negli ultimi giorni a convincere i rapitori a mettersi in contatto con loro. Richieste non accolte dai terroristi che adesso minacciano di decapitare anche l’ostaggio inglese, Alan Henning. Il fratello di David Haines, Mike, da dichiarato che suo fratello aveva una vera passione per il lavoro umanitario che svolgeva in Siria: “David era più vivo ed entusiasta quando svolgeva questi compiti umanitari. La sua felicità per il lavoro che era andato a svolgere in Siria è per me a la mia famiglia la cosa più triste di tutta questa storia. David era ed è amato da tutti noi e ci mancherà terribilmente”. “E’ stato un buon fratello, sempre presente quando avevo bisogno di lui”.

David Cameron condanna l’Isis e incoraggia la famiglia Haines
Il primo ministro del Regno Unito, David Cameron, come si apprende dal Guardian in questo post, ha lodato il coraggio straordinario mostrato dalla famiglia Haines nel tentare, purtroppo senza successo, di ottenere la liberazione di David. “E’ stato assassinato nel modo più duro e brutale che si possa immaginare da un’organizzazione terroristica che è l’incarnazione del male””. “Il suo altruismo – dichiara ancora Cameron – e il suo desiderio di aiutare il prossimo gli sono costati la vita”. “David Haines è un eroe britannico e il nostro paese può essere incredibilmente orgoglioso di quello che ha fatto e di ciò che rappresentava la sua missione umanitaria. La nostra nazione è in lutto insieme alla sua famiglia”. “E’ stato assassinato nel modo più duro e brutale che si possa immaginare da un’organizzazione che è l’incarnazione del male”. “David Haines è andato in Medio Oriente per aiutare coloro che sono coinvolti nel conflitto e tentare di rendere migliori le loro condizioni. Tutto il mondo è ormai disgustato dalle azioni di queste persone assolutamente spregevoli”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle migliori news del giorno? Clicca su mi piace:

Leggi anche: