Pubblicato il 3 maggio 2013

Stefano Rodotà boccia la proposta di Letta e Napolitano

Stefano Rodotà boccia la proposta di Letta e Napolitano

Stefano Rodotà boccia la proposta di Letta e Napolitano

Il candidato a Presidente della Repubblica del Movimento 5 Stelle, Stefano Rodotà boccia la proposta del nuovo Presidente del Consiglio, Enrico Letta e del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che vogliono istituire subito una Convenzione per avviare il percorso delle riforme istituzionali. A presiedere tale convenzione il candidato è il leader del PDL, Silvio Berlusconi. Stefano Rodotà non ci sta dichiarando che è il Parlamento il luogo dove si deve modificare la Costituzione: “Non sono assolutamente disponibile a guidare la Convenzione per le riforme istituzionali, un organismo che rappresenta un rischiosissimo attacco ai principi costituzionali. La Convenzione è un cattivo servizio alla politica costituzionale, esattamente all’opposto di quello che si dovrebbe fare: rimettere al centro dell’attenzione il Parlamento”. “Non è vero che il Parlamento – continua Rodotà – non è in grado di fare riforme costituzionale. Ha già riformato il Titolo V della Costituzione, l’articolo 81, il processo penale. E quando Berlusconi ha voluto approvare una riforma istituzionale lo ha fatto. Poi ci sono stati 16 milioni di cittadini che gli hanno detto di no”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle migliori news del giorno? Clicca su mi piace:

Leggi anche:

Aggiungi un Commento

You must be Logged in to post comment.