Pubblicato il 12 febbraio 2012

Costa Concordia, Napolitano: “rammarico per le responsabilità italiane”

Costa Concordia, Napolitano: rammarico per le responsabilità italiane

Costa Concordia, Napolitano: “rammarico per le responsabilità italiane”

Ad un mese dalla tragedia della Costa Concordia, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli a Roma si è tenuta la messa per ricordare le vittime di quella maledetta sera del 13 gennaio 2012. Il cardinale Angelo Bagnasco dichiara: “c’è dolore per le persone scomparse e commossa partecipazione per lo strazio dei loro congiunti. Le istituzioni che hanno fatto il proprio dovere in modo ammirevole per competenza e dedizione, e i molti volontari che si sono prontamente offerti e prodigati per concorrere all’urgente soccorso. Tra questi, in prima fila, gli abitanti dell’Isola del Giglio”.

A ricordare le vittime del naufragio della Costa Concordia anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: “Bisogna continuare ad indagare, i magistrati meritano molto rispetto per l’impegno che stanno svolgendo. E’ necessario continuare ad indagare. C’è purtroppo rammarico per le responsabilità italiane, i magistrati meritano molto rispetto per l’impegno che stanno svolgendo. E’ inoltre importante evitare che dalla nave si riversi liquido che possa rovinare la costa dell’Isola del Giglio”.

Leggi anche: